Tra la neve e il temporale… il segreto è il digitale

Come da programma, si avvicina la morsa del freddo; ieri mattina a Ravenna ne abbiamo avuto un piccolo assaggio, un’abbondante neve mattutina che ha rallentato il traffico e intralciato la viabilità per qualche ora… e siamo solo all’inizio, le previsioni delle prossime settimane in tutta Italia non promettono niente di buono! E allora perchè non approfittarne per minimizzare al massimo gli spostamenti fisici, dotandoci di alcuni semplici ed intuitivi strumenti digitali?

Ecco un piccolo breviario di soluzioni per sopravvivere alla bufera di neve, lavorando comodamente da casa o dall’ufficio, senza spendere un centesimo.


Ci vediamo? Sì ma su Skype o su Hangout

Skype è uno dei più diffusi programmi di messaggistica istantanea e permette di ricevere e invare messaggi, chiamate e videochiamate; è molto utilizzato anche per conference call (solitamente solo voce) ed è utilissimo per lo scambio di file non troppo pesanti; noi in studio lo usiamo anche per parlare e scambiarci documenti da una scrivania all’altra…

Per videoconferenze di gruppo, è più frequente e consigliabile l’utilizzo di Hangout, un servizio gratuito fornito da Google all’interno del pacchetto social G+.


Vorrei vedere come procede il lavoro, passo a trovarti? Non c’è bisogno, posso mettertelo su Dropbox

Ultimamente si sente spesso parlare di Cloud computing, Cloud data, Cloud storage… Voi sapete cosa sono tutte queste nuvole? Non sono altro che pacchetti di dati memorizzati online, che possono essere condivisi con altre persone e sincronizzati su diversi dispositivi. In poche parole, attraverso appositi software (come per esempio Dropbox, Google Drive, iCloud) potete immagazzinare file e cartelle su un server web e accedervi, gestirli, modificarli, eliminarli utilizzando il vostro device preferito (computer, tablet o smartphone), ovunque voi siate; questi servizi sono molto utili per seguire il work in progress, perché la sincronizzazione permette a tutti gli utenti in condivisione di ricevere aggiornamenti e modifiche automaticamente.


Mi porti il dvd con il lavoro finito? Ma quale dvd? Te lo mando con WeTransfer

Se avete solo la necessità di inviare i vostri file definitivi a clienti o fornitori, vi conviene sfruttare un semplice servizio di Web Hosting (per esempio WeTransfer), che permette di caricare online documenti, immagini, video e altri file (fino a 2GB) e avvisare i destinatari via mail, evitando di intasare le caselle di posta.


Mi allunghi in ufficio una chiavetta con la versione definitiva del video in anteprima, così me la guardo con calma? Ho già caricato il video protetto sul nostro canale Vimeo

Quando un video è completo e pronto per la revisione, è possibile caricarlo sul proprio profilo Vimeo o Youtube in modalità privata. Youtube permette di indicare un elenco specifico e limitato di utenti che possono visualizzare il video; nel caso di Vimeo, invece, per accedere alla pagina del video, è necessario digitare la password ad esso associata. In ogni caso il video è considerato privato e non apparirà nel profilo né tra i risultati di una ricerca.


Dobbiamo scrivere insieme quel documento entro domani! Vengo io da te? No, no, creo un file su Google Drive così ci lavoriamo insieme

Big G (aka Google) non è solo un motore di ricerca, ma un intero universo di servizi e software per la collaborazione, che vengono messi a disposizione degli utenti Gmail; prima, per esempio, abbiamo accennato a Google Drive come servizio di Cloud storage. Oltre a permettere la sincronizzazione automatica di file e cartelle, Drive offre anche la possibilità agli utenti di modificare ogni tipo di documenti (testo, tabelle, form, grafici, presentazioni) in tempo reale, ideale per la progettazione partecipata.


Ho bisogno di guardare il progetto con te, per segnalarti alcune modifiche. Non c’è problema, condividimi lo schermo e indicami i punti con il mouse

Se avete già installato Skype per comunicare con i vostri contatti (se non l’avete ancora fatto… cosa state aspettando?), sappiate che avete anche la possibilità di mostrare loro il vostro schermo e le vostre interazioni durante la conversazione; potrete così segnalare tutto quello che non vi convince del progetto che avete appena ricevuto (magari via WeTransfer) oppure farvi guidare nell’esecuzione di nuove procedure complesse che non conoscete.


Tutti questi sono solo alcuni dei tantissimi strumenti gratuiti disponibili online, basta solo cambiare un po’ le nostre abitudini, soprattutto in giornate tempestose come queste.

Vantaggi? Evitiamo incidenti, congestione del traffico (e quindi inquinamento), risparmiamo tempo e diventiamo anche più digital, più smart, più social, e perchè no? Più international!

Think technological, be ecologic… sempre che la tempesta non comprometta le linee internet…