Come ti rendo interessante un panino con un video

video

Disclaimer: questo post fa letteralmente venire l’acquolina in bocca. Se siete sandwhich-addicted, o semplici estimatori del panino, arrivati alla fine vi verrà voglia di addentarne un paio. Se invece gestite un bar o un locale che serve panini, beh speriamo che vi venga voglia di contattarci per studiare insieme un video su misura adatto a promuovere la vostra attività!

Qui alla Panebarco ogni tanto ci mettiamo a bighellonare online “sanza meta”, seguendo link e collegamenti, assecondando le nostre curiosità e i nostri mood del momento… e così ieri ci siamo ritrovati a fare una ricerca su panini, sandwhich, hotdog e affini e sui diversi modi in cui questo pasto semplice e veloce può essere pubblicizzato e valorizzato con un video.

Senza avere la pretesa di darvi un compendio enciclopedico degli spot online sul tema, vi proponiamo una playlist di clip in cui Mr Sandwhich si fa notare.

Un panino “bigger than the Internet”

Partiamo alla grande con la Taco Bell (una catena americana di fast-food) che, in occasione del Superbowl 2016 ha ideato questo spettacolare spot per promuovere il Quesalupa, un panino “bigger than the Internet”

https://www.youtube.com/watch?v=EglYdO0k5nQ

A proposito di commercials per il Superbowl 2016, per completezza, segnaliamo anche lo spot della Heinz “Meet the ketchups”, in cui il gioco di parole “hot-dog” prende vita in una trovata pubblicitaria per noi decisamente “imbarazzante” (per usare un eufemismo)

https://www.youtube.com/watch?v=aNN9nL2vppM

Fare le valigie per un panino!

E ora cambiamo “tone of voice” e continente; nel commercial IKEA realizzato per promuovere il pulled salmon sandwhich, lo storytelling si snoda attraverso i luoghi, gli odori e i sapori degli ingredienti che compongono questo gustoso panino! E alla fine, oltre alla classica acquolina in bocca, rimane la voglia di far le valigie e partire alla volta della Svezia!

Grandi video per piccoli brand

Ma dimentichiamo per un attimo i grandi brand e passiamo ad una dimensione di spot più “intimista” e minimal. Noi, fissati con transizioni, slow motion e tecniche varie di animazione, abbiamo particolarmente apprezzato questo grazioso spot, che celebra il sandwhich salutista. Un elogio del germoglio e della sua sana lentezza condito con una spruzzatina di sound groove d’atmosfera.

Un tuffo negli anni ’60!

Tornando al genere hotdog, noi nostalgici delle summer nights alla brillantina, non potevamo non postare un piccolo cameo: lo spot proiettato nei drive in americani del 1960

https://youtu.be/8oCnLTrXIds?t=27s
Qui trovate invece la scena di Grease in cui appare lo spot – che romanticone il nostro Danny! (Modalità occhi a cuore spalancati ON)

Per un panino semplice ci vuole un video semplice!

Concludiamo questa carrellata con un video semplice ma estremamente centrato.
Musica e parlato sono completamente assenti, sostituiti da un ottimo studio di effetti audio e rumori Un video di 30” in stopmotion realizzato per un piccolo ristorante di Vancouver che serve 3 tipi di sandwhich. Il concept alla base è presto detto: i panini dal gusto irresistibile non devono per forza essere arzigogolati e complessi. Lo dimostra questo sandwhich eccezionale fatto con elementi semplici e genuini!

Abbiamo iniziato la carrellata con spot da budget interstellari, la chiudiamo con una piccola chicca video, per sottolineare che non tutte le produzioni video devono essere colossal hollywoodiani.

A volte bastano davvero pochi e semplici ingredienti, mixati sapientemente, arricchiti del giusto condimento e serviti su piatti adeguati. L’importante è far trasparire l’identità del brand ed essere autentici.

Una risposta a “Come ti rendo interessante un panino con un video”

I commenti sono chiusi.